“Marco, parlare con te è come parlare con le lapidi al cimitero”

Sono contento di passare le mie giornate con Alessandro. Mi fa sempre ridere: riso amaro o riso di gusto, sempre di buonumore si tratta.

Ricordo quando lavoravo con Stefano e non riuscivamo a stare seri per due minuti per organizzarci, ma venivamo presi da attacchi di stupidera e ridevamo come ossessi. Qui è lo stesso. C’è sempre qualcuno di cui ridere, c’è sempre l’occasione di pizzicarsi a vicenda, c’è sempre il modo di condividere ilarmente lo stesso triste destino di lavorare.

Se non ridessi ugola al vento almeno una volta ogni mezzora, lavorare sarebbe molto più difficile.

Annunci