Ho comprato Secondamano per cercare una casina in affitto che vada bene per le mie necessità. Ho speso ben 2,20 euro e, dopo aver evidenziato le opportunità di affitto interessanti, leggo anche tutti gli altri annunci. Senza accorgermene, tra un Land Rover Discovery grigio chiaro 109000km cerchi in lega autoradio e un assistenza anziani signora 58enne Milano, sono giunto alla sezione “Incontri”. E se esiste l’anticamera del suicidio è di sicuro la sezione “Incontri” di Secondamano.

“20enne dinamica, pazza, con voglia di divertirsi e fare sempre cose nuove, vorrei trovare un ragazzo che non guardi in me solo l’aspetto, ma che stia con me per come sono dentro.”

“24enne carina vitale, dolce, amante della musica, conoscerebbe ragazzo max 35enne, libero o divorziato, esperto, scopo amicizia.”

“Ho perso tutti i miei amici perchè ho cambiato città, se vuoi essere il mio migliore amico telefona.”

Ma io non so se ridere o se piangere. Anzi piango e basta. Ma cosa può spingere delle persone nel pieno della propria giovinezza a cercare gli amici su Secondamano? Quale speranza li anima? Come sono potuti arrivare così presto a questa ultima tristissima spiaggia?

Sono triste per loro e mi verrebbe quasi voglia di contattarli per capire il disagio che li rende incapaci di conoscere persone nei modi più naturali che abbiamo a disposizione. Ma forse da un certo punto di vista stimo la loro tenacia di provare tutte le vie: al loro posto non avrei nemmeno tentato quest’ultima opportunità e mi sarei rassegnato al suicidio.

Annunci