Posso sopportare la censura della Guzzanti, di Luttazzi o Santoro, ma perdio lasciatemi stare Ali G! Il suo show è il più scatenato ed irriverente spettacolo che abbia mai visto. Ricordo ancora una sua splendida intervista a Boutros Ghali quando ancora era segretario delle Nazioni Unite o al capo della Cia (“Do you think it helps to be intelligent to join the Central Intellingence Agency?”)

Mi sono poi rovinato dalle risate durante l’intervista a David Beckham e sua moglie Victoria, ex Posh Spice, in occasione della nascita del figlio Brooklyn: “E quando vostro figlio sarà grande preferireste che fosse un famoso calciatore, come il padre, o un cantante di successo.. come Mariah Carey?”

E anche lui, come ogni satiro che si rispetti, ha avuto la sua bella censurina, come si legge in questo pur confuso articolo di Repubblica. Prima che ce ne privino consiglio a tutti la visione di Ali G Indahouse, rigorosamente in lingua originale!

Annunci