Chi ha detto che per passare una serata in compagnia sia necessario presentarsi in qualche costoso locale, farsi servire cocktail di bassa qualità e sopportare musica sgradita? Chi ha detto che bisogna uniformarsi alle abitudini delle masse e seguire il loro esempio? Basta molto meno, ma molto molto meno.

Ieri sera sono bastati una Smart, una torta di mele e una bottiglia di Braulio invecchiato. Nella Smart siamo riusciti a stare in tre, due davanti e uno nel baule; il Braulio, rigorosamente bevuto a canna, come da tradizione, ha sciolto pensieri e parole; la torta ha dolcemente asciugato il Braulio.

Ed è stata una serata splendida, senza accessori, ma con tutto l’essenziale: amici, tempo, serenità e fiducia. E con questi elementi non c’è bisogno di nessun locale, nessuna selezione all’ingresso, nessuna consumazione obbligatoria.

Annunci