E settimana prossima finalmente vado ad Oxford! Non è una gita di piacere, non è una vacanza, si tratta di un training tecnico presso la sede centrale della compagnia per cui lavoro. Sarà una bella occasione per parlare un po’ inglese, conoscere gente interessante e bere birra in (spero) buona compagnia.

Ogni volta che mi capita di passare per l’Inghilterra sento sempre nascere quel desiderio di trasferirmi all’estero e cambiare completamente ambiente. Mi piace il modo di vivere dell’Europa del nord, mi dà un’idea di precisione e serietà, ma anche di onestà e serenità. Sono consapevole che queste sono probabilmente solo illusioni, tutto il mondo è paese e se si ha le capacità e la determinazione si può avere successo ovunque. Ma ultimamente l’Italia mi sta deludendo molto, da troppi punti di vista, ho l’impressione di essere preso dentro un ciclone caotico che sbatte tutti qua e la senza avere rispetto per nessuno; non vedo progetti a lungo termine, non vedo opportunità eccitanti e soprattutto vedo che troppo spesso manca l’onestà. Mi illudo che altrove sia diverso.

Anche questa volta rivedrò Heathrow, sentirò parlare l’inglese che tanto mi piace, mi chiederò se mai sarei capace di guidare sulla sinistra. E anche questa volta cercherò di immaginarmi cittadino inglese e mi adopererò per spremere tutto il possibile dalla mia conoscenza della lingua.

Annunci