Quarantottore ospite del prestigioso hotel di Londra. Quarantottore in preziosa compagnia dei colleghi che vedo tutti i santi giorni. Quarantottore di cui diverse appartenenti al sabato e che nessuno mi restituirà. Perchè in fondo la gita a Londra in un bell’hotel viene considerato, chissà perchè, un premio.

Probabilmente comunque sono uno dei pochi a pensarla così, perchè in tanti erano a dir poco entusiasti di alloggiare in un albergo di lusso, con tanto di commessi per ogni compito, camere ben arredate e finimenti raffinati. Davvero fatico a cogliere la differenza con un albergo di categoria inferiore che rispetti le basilari regole di igiene e cortesia: in fondo bisogna solo dormirci e mangiarci no?

Pochi aspetti davvero positivi in questa trasferta. Probabilmente il più significativo è che sono riuscito a parlare un po’ di inglese che non ho mai occasione di praticare. Il secondo è che in questi frangenti ho davvero la percezione di lavorare per una multinazionale e che non ci sono solo le beghe locali del nostro ufficio ma tocco con mano lo strato superiore che di sicuro è parecchio più attraente. Chi ha orecchie per intendere..

Annunci