Per dire qualcosa di originale il tempo passa. E sabato sono stati 27 anni. Non riesco ancora bene a capire se ho ancora tanto tempo davanti o se la giovinezza è defintivamente morta a 21 e ora si può vivere solo nel ricordo di quello che si è fatto o nel rimpianto di quello che non si è riusciti a fare.

27 anni sono quasi 10000 giorni di vita, non sono pochi. E’ una di quelle occasioni che colgo sempre per redigere i miei bilanci, per verificare a che punto sono con i miei progetti di vita e cosa manca ancora da fare. Il mio bottino al momento include una laurea presso un prestigioso ateneo italiano, un contratto a tempo indeterminato presso una importante impresa di sicurezza, un rapporto di coppia che, nonostante tutto, si avvicina più che mai al mio ideale. D’altra parte mi manca ancora qualcosa dal punto di vista dell’indipendenza, della soddisfazione in ambito lavorativo e un altro “quid” di cui per ora riesco solo a percepire la necessità ma non la natura.

Per soddisfare questi bisogni che ancora mancano credo di aver fatto passi avanti rispetto all’anno scorso, le differenze rispetto a 365 giorni fa sono notevoli per diversi aspetti e questo mi garantisce di non essere rimasto immobile. Ora che so di essermi mosso c’è da vedere se la direzione è giusta..

Annunci