Dopo i fasti e i vizi di ogni genere degli ultimi giorni, cerco di riportare il fisico alle condizioni di funzionamento normali. Mi unisco alla Fede in una settimana di insalata e verdure varie, tanta acqua, senza però rinunciare ai latticini che tanto mi appassionano. Anche perchè da settimana prossima di entra nel circolo vizioso natalizio e non sarà certo facile sottrarsi alle “leccornie” che inevitabilmente verranno offerte. Altro che tagliatelle al ragu di selvaggina e stinco di maiale con patate e crauti, lontani anni luce dal filetto al pepe verde e il cabaret di formaggi, altra vita rispetto a polenta e funghi o gnocchetti gorgonzola e speck. Ma non di solo speck vive l’uomo, ma anche di tutti i formaggi!

Certo, da qui a Gennaio non sarà facile rinunciare ad una serata De Mario od un pranzo Raethia, ma l’importante è avere presente l’obiettivo salutista, non per forza raggiungerlo in pieno.

Annunci