Ed è di nuovo Natale. Allego di seguito il più piacevole degli auguri che mi sono arrivati negli ultimi giorni: si tratta di una citazione da una poesia, al di fuori dei soliti binari natalizi consueti e consunti. Per chi riesce a goderselo, Buon Natale.


“Darei valore alle cose non per ciò che valgono ma per ciò che significano.
Dormirei poco, sognerei di più, perché ho imparato che per ogni minuto che chiudiamo gli occhi perdiamo sessanta secondi di luce.
Andrei quando i più si fermano, mi sveglierei quando i più dormono.
Se Dio mi concedesse un pezzetto di vita, vestirei semplice, mi lascerei bruciare dal sole, lasciando scoperto non solo il mio corpo ma anche la mia anima.
Agli uomini spiegherei quanto sbagliano nel pensare che smettono di innamorarsi quando invecchiano, senza sapere che invecchiano quando smettono di innamorarsi.
A un bambino gli darei le ali, ma lascerei che da solo imparasse a volare.
Ai vecchi insegnerei che la morte non arriva con la vecchiaia, ma con l’oblio.”

Gabriel Garcia Marquez

Annunci