Due anni e, con questo, 391 messaggi sono passati dal 18 gennaio del 2005 quando cominciò l’idea di questo anomalo blog, mutato nel tempo e trasformatosi in un blocco note per pensieri, riflessioni e sproloqui. Più gli ultimi che i primi due. Non so nemmeno più io stesso di cosa si tratti, gli scopi di questo oggetto indefinibile sono variati troppe volte e in alcuni casi si sono molto allontanati da quelli canonici di strumenti simili. Ormai ci sono affezionato, è un po’ come una buona abitudine, come i pensierini che mi consigliavano di scrivere ogni sera quando ero piccolo, per tenere in allenamento la calligrafia. Non so per quanto resisterà ancora, se avrà senso continuare o meno: probabilmente finchè vivrò nella convinzione che ogni pensiero e considerazione, per quanto sciocchi, siano da valorizzare e conservare.

E per questo secondo anniversario mi faccio un bel regalo e libero il blog della froceggiante grafica con cui ho imbrattato lo schermo mio e di altri meno di un mese fa. Decisamente un esperimento fallito, nonostante le gentili osservazioni amichevoli di alcuni amici, da sostituire con qualcosa di più classico e pulito. E quale impatto migliore di un bel volto femminile con aria ammiccante? Dimostrazione che basta una bella immagine per decorare al meglio le parole scritte senza tanti barocchismi.

Annunci