Giovedì scorso mi sono unito ad una allegra numerosa compagnia di colleghi inglesi che ogni settimana si ritrovano presso un bowling nelle vicinanze di Oxford per trascorrere qualche ora di relax al di fuori della giungla di scrivanie che li vede protagonisti tutta la settimana. Ero entusiasta e piacevolmente impressionato da come così tante persone, provenienti da dipartimenti diversi e con posizioni decisamente diverse, si riunissero come vecchi amici a lanciare bocce contro una decina di birilli. L’abitudine oltretutto ha portato loro una certa esperienza nel gioco e non è stato infrequente vedere diverse serie di ottimi tiri, da fare invidia al cast de Il grande Lebowski. Tecniche, strategie e capacità differenti, ma risultati decisamente competitivi, minuziosamente raccolti in una classifica generale aggiornata ogni settimana e resa interessante da un acuta scelta di penalità per i giocatori più esperti.

Purtroppo, pur amando questo genere di sport (e soprattutto le buffe scarpette da utilizzarsi per entrare in pista), i risultati da parte mia si fanno ancora attendere. In una pausa dunque ho deciso di consolarmi passando dal bancone per una birra, in compagnia di un collega. Proprio davanti al bancone scaturì dal nulla una curiosa conversazione che mi ha fatto pensare:

“Do you have any money with you, Marco?”
“Let me have a look at what Walter gave me, Ben: I have a couple of coins and this note with an old lady on it.”
“Old lady? She’s the Queen! You can’t talk about her like this! It’s treason!”
“Oh, sorry..”

Sono rimasto stupitissimo di quanto il caro Ben portasse rispetto alla sua regina, che oltretutto non avevo certo insultato! Sebbene ultimamente abbia sentito che la famiglia reale stia perdendo popolarità presso i propri sudditi, evidentemente c’è ancora un fortissimo sentimento nei suoi confronti, come se essa rappresentasse il simbolo dell’intera nazione, come una bandiera.

Annunci