Non è mica semplice andare in Canada, eh? Non è che si prende l’aereo e si svolazza la senza colpo ferire! E nemmeno ci si arriva in gommone come va tanto di moda sulle coste italiane. Ci vogliono tanti documenti e carte, attestati e richieste, e anche con essi ti possono rimandare indietro all’ultimo. Bisogna avere in mano il passaporto ovviamente, in corso di validità, ci vuole la richiesta (più supplica che richiesta) adeguata compilata in ogni sua parte, comprese quelle più esilaranti in puro stile americano: di certo se sono implicato in crimini contro l’umanità difficilmente mi verrà concesso di espatriare, e no, non ho la tubercolosi e nessun disordine mentale, almeno per come viene inteso in questo modulo. Certo poi è importante avere in mano una lettera di assunzione del proprio datore di lavoro, perchè di certo i canadesi non vogliono nessuno che vada li a pettinare le bambole tutto il giorno sul loro suolo. Inoltre per il lavoro offerto è indispensabile un’approvazione dell’ente canadese preposto che verifica che la posizione non possa essere occupata da un cittadino canadese. Non sono mica sciocchi che consentono alla gente di venire dall’estero se hanno già canadesi adatti a quel lavoro. E poi ci vogliono soldi, per le pratiche certo ma anche abbastanza per mantenersi decentemente e bisogna essere in grado di dimostrarlo, un’autocertificazione di ricchezza sfondata non basta. Potrebbe anche essere necessaria una visita medica perchè credono a quello che scrivi, ma poi una controllatina ce la vogliono dare anche loro, mica gradiscono che gli arrivi la febbre gialla o il tifo da qualche lurido immigrante del vecchio continente. I canadesi sono un popolo ospitale, se riesci ad arrivarci..

Annunci