E’ bella Sestri Levante nei caldi ed azzurri weekend alla fine di giugno. Nei caruggi del centro si affollano più animali da fine settimana, giunti in riviera dalle afose pianure in cerca di refrigerio, compagnia e divertimento, che bestie nostrane ormai avvezze alla vita da scogliera. Non manca nessuno davanti a Millelire sabato sera, attesi ed inattesi, parenti provenienti da vicino ed amici anche da lontano. E’ un appuntamento classico, ma che non conoscevo fino ad ora. C’è quella splendida aria rilassata da estate iniziata subito dopo le pagelle, quella che si protraeva per ben tre mesi senza pensieri. Per un momento, tra due chiacchere e una birra, è possibile dimenticarsi che è solo un breve weekend e non la lunga pausa di cui si avrebbe bisogno. La serata non dovrebbe avere mai fine, piacevole com’è. Anche il mare è stupendo, se raggiunto nel primo pomeriggio dopo un meritato riposo. In un impeto di follia faccio il bagno, probabilmente il primo e l’unico della stagione, solo per ricordarmi che l’acqua non è il mio elemento e che quel liquido freddo azzurino che mi circonda minacciosamente non può portare nulla di buono. Annaspo per un momento prima di ricordarmi che so nuotare, anche se odio farlo se non per necessità. Perfino stare al sole mi costa meno del solito e, incrostato di sale come uno stoccafisso, mi faccio prendere dal sonno prima di una buona focaccia genovese. Chiude in bellezza la cena dei giusti, prima del ritorno a casa in tarda serata. E in fondo penso che sì preferisco la montagna al caldo ed affollato mare, ma i weekend in Liguria sono qualcosa a cui è difficile rinunciare.

Annunci