Che sfoggi una cerniera zip brevettata o tradizionali bottoni metallici non fa alcuna differenza, ultimamente la patta dei pantaloni proprio non riesce a restare chiusa quando deve. Nei lontani tempi della mia fanciullezza non uscivo da casa o dal bagno senza aver verificato al di la di ogni ragionevole dubbio che la bottega fosse ben serrata. Adesso spesso e volentieri, ad esempio mentre ogni mattina mi vesto veloce come un trasformista, me ne dimentico, con il risultato che poi me ne accorgo e provvedo a chiuderla nei momenti meno opportuni. L’altro giorno mi stavo dirigendo a larghe falcate lungo il corridoio dell’ufficio verso l’amministrazione, quando a due passi della porta mi sono accorto di avere dimenticato la patta aperta. Con i riflessi di un baccalà che mi caratterizzano non sono riuscito a fermare il movimento e dopo essere entrato nell’ufficio ed aver attirato l’attenzione delle quattro ragazze che vi lavorano mi sono vistosamente tirato su la cerniera, nell’imbarazzo generale. Soprattutto mio ovviamente. Stamattina scendendo di corsa dalle scale di casa mi sono reso conto di avere dimenticato la bottega aperta durate la rapida vestizione, giusto in tempo per tirarmela su davanti ad una impettita signora che stava entrando nell’ufficio che si è stabilito recentemente al piano terra del palazzo. Settimana scorsa è successo davanti ad una brutta giovine che mi veniva incontro mentre mi dirigevo verso la fermata della metropolitana con quella bella aria addormentata che può tranquillamente essere scambiata per molesta sbronza. Mi metto un cartello sulle porte dei bagni che frequento spesso o colgo la debolezza per un pregio e comincio a mettere in mostra abbigliamento intimo di classe?

Annunci