La grossa novità di oggi è che ho scoperto che ogni venerdì per pranzo c’è il barbecue sul terrazzo dell’edificio in cui lavoro. E quindi si va tutti su, c’è un incaricato che si prende tutto il fumo in faccia e rigira la carne, mentre per noi fortunati dipendenti si tratta solo di prendere un panino, farcirlo di milioni di salsine e verdurette, e andare a reclamare dal fuochista l’hamburger, la braciola o il salsicciotto. Il venerdì deve essere giorno di grazia perchè erano le quattro e mezza oggi quando mi sento chiamare ed un collega mi offre una birra da una scatola. Senza dilungarmi, è prassi che venerdì da una certa ora si cominci il weekend con una bella birra che ci si beve chiaccherando e ruttando amabilmente tra le scrivanie. Questo, unito al fatto che le ore di lavoro sono solo sette e mezza, rende l’ufficio un luogo con tutt’altra cera rispetto a quella a cui ero abituato. Sembra strano dirlo, e scriverlo, ma fa quasi piacere andare in ufficio. Obiettivamente oltretutto, nonostante la mia rinomata misantropia, mi sto quasi lasciando conquistare dalla gentilezza dei colleghi che non si risparmiano il mio stentato inglese pur di fare due parole con il nuovo venuto. Come se non fosse sufficiente oggi è arrivata la busta paga degli ultimi quindici giorni che mi fa poco rimpiangere quella mensile a cui ero abituato, e lunedì è vacanza per qualche festività locale che non sono riuscito a scoprire. Progetti per il weekend semplici ma concreti: dare un pulita a casa che ormai comincia ad accusare una settimana della mia disordinata presenza, procurarmi qualche indumento pratico e possibilmente non troppo antiestetico, rifornire la mia abitazione di accessori, quali i tovaglioli di carta, di cui ho cercato di fare a meno fino ad ora. Ed infine, come parte del benvenuto in British Columbia, ho intenzione di sottopormi alla famosa (famigerata) Grouse Grind. Si tratta di una breve scalata alla montagna locale dalla quale sembra che si goda di una vista pregevole. Mi è stata anche raccomandata per i ristoranti e le birrerie che si trovano all’arrivo del sentiero, ma sospetto che i consigli siano viziati dalla fatica del percorso. E magari colgo anche l’occasione per scattare qualche istantanea da mostrare ai curiosi.

Annunci