“Vabbè, che la Weste Coaste fosse n’accozzaglia de’ invertiti lo sapevamo, ma qui proprio s’accoppiano manco ce potessero ave’ figli!” Ed infatti la realtà è che Vancouver è la città canadese con il maggior numero di coppie omosessuali. Ma non solo, come per altre aree, anche degli Stati Uniti, rivolte al pacifico, il matrimonio tra individui dello stesso sesso è legale e comune da qualche anno! Sulla prima pagina dell’edizione locale di Metro di oggi fanno bella mostra di sè due giovani signore, sposate e mamme di un simpatico infante di undici mesi che osserva l’obiettivo con aria sospetta. Nel pur breve speciale pubblicato nelle pagine successive si sottolinea come ben 45.345 coppie dello stesso sesso, di cui quasi il 20% regolarmente sposate, vivano a Vancouver. Ed è assolutamente sorprendente come, nonostante la percentuale sia obiettivamente ancora piuttosto bassa, l’integrazione sia assolutamente perfetta e naturale. Probabilmente Vancouver, proprio per la sua caratteristica di essere un miscuglio di culture, popoli e nazionalità diverse (gli autoctoni asseriscono addirittura che il termine Melting Pot sia nato qui), è la migliore candidata per fare da avanguardia anche in questo campo. Ricordo che qualche anno fa mi aveva colpito il discorso che faceva una pierre del Gasoline: diceva di andare a ballare li perchè poteva essere se stessa senza sentirsi giudicata da nessuno. Caso specifico a parte, la mia impressione è che in questa città si respiri un clima molto simile. Se si chiede in giro, pochissimi vivono qui da più di due generazioni, la maggior parte sono immigrati da luoghi vicini e lontani: una forte componente asiatica e poi gente proveniente da sudamerica, medio oriente, ogni parte d’europa, Stati Uniti ovviamente, Russia e paesi dell’Est, per citare solo le origini più diffuse. Ufficialmente il Canada è una nazione cristiana, ma chi è arrivato da paesi lontani e tradizionalmente di religioni diverse si è portato dietro il proprio culto. Le differenze qui non dividono nessuno, fanno semplicemente parte della vita privata di ognuno.

E da domani si comincia con la lista dei problemi che invece questa città ha, perchè mica è tutto oro quel che luccica!

Annunci