Un weekend spettacolare presso Okanagan Falls davanti al Vaseux Lake. Non so nemmeno da dove cominciare a raccontare, se dalla splendida roadtrip di quattro ore sotto la luna piena per raggiungere il posto o dai due giorni di cielo terso senza una sola nuvola che abbiamo azzeccato o dalle scottature che mi hanno ridisegnato la pelle. Ma forse per quanto mi riguarda il colpo più insperato è stato il bagno nel lago sabato pomeriggio. Sì, cari lettori che tanto bene conoscete la mia diffidenza verso l’acqua soprattutto quando lambente una spiaggia, non solo ho avuto il coraggio di immergermi e nuotare in un’acqua che probabilmente appena una decina di minuti prima era sulle cime di un ghiacciaio, ma non sazio ho anche ripetuto l’esperienza per ben due volte. E sono qui a raccontarlo, vivo. Momenti indimenticabili in un cottage con giardino direttamente sul lago con tanto di canoa per escursioni e area falò che ovviamente è stata ampiamente sfruttata. Assolutamente superlativo anche il cibo consistente in una quantità industriale di costolette di maiale lasciate cuocere con una segreta tecnica ninja per ore sul barbecue e che hanno suscitato gridolini di piacere per tutta la tavola. Il resto è stato un continuo esercizio di conversazione in inglese per seguire dieci persone diverse mezze ubriache e mezzo altro che parlavano di tutto e di niente. Sono fiero di essere riuscito ad intervenire un paio di volte e, se non altro, di aver capito la maggior parte. Se l’estate canadese sarà tutta così, calda ma non troppo, secca ma vicino ad un gelido corso d’acqua, in ottima compagnia e senza troppi pensieri per la testa, le mie più rosee aspettative saranno nuovamente superate.

Annunci