L’asettica pulizia e l’ordine nazista di questa città devono ormai essere più che familiari a chiunque abbia letto questo blog più di una volta. Ed è proprio nell’abitudine alla perfezione che un capello fuori posto fa notizia. In qualsiasi altro luogo non ci avrei nemmeno fatto caso, ma è da due o tre giorni che nel corridoio che porta al mio appartamento c’è uno strano odore di immondizia. Odore è poco, tanfo mi pare più appropriato. Era già successo in passato che qualche inquilino poco diligente avesse lasciato nella canna dei rifiuti un sacco troppo grosso che aveva finito per intasare tutto con conseguenti fragranze. Ma non solo l’episodio era stato rilevato e risolto in un tempo nell’ordine di grandezza dei minuti dalla zelante amministrazione, ma era stato anche reso pubblico e stigmatizzato nei famigerati cartelli appesi in ascensore.

Di certo non può trattarsi dello stesso problema, tanto più che il fetore si intensifica non davanti al vano della spazzatura, ma esattamente sulla porta di fronte alla mia. Ora c’è da menzionare che fino a qualche tempo fa nell’appartamento adiacente viveva una signora (da sola?) asiatica di una riservatezza inquietante, vista due o tre volte nel giro di sei mesi, ma che sentivo ritornare a casa, pur silenziosamente, con una certa regolarità. Ecco, da diversi mesi, non riesco a dare una stima attendibile, la signora non si vede più. Avevo dato per scontato che si fosse trasferita altrove, ma mi sorge qualche dubbio. Ebbene l’olezzo comincia a farmi sospettare che la signora, di cui faccio fatica a ricordare anche vagamente l’età, possa non essersi mai trasferita in alcun luogo terreno. Mi tornano in mente quelle storie di cronaca locale da ultima pagina su Vivimilano in cui gli anziani vengono trovati stecchiti da settimane dagli affezionati parenti che innocentemente si schermiscono affermando che non rispondevano più al telefono e dopo qualche settimana sono sorte le prime preoccupazioni. Ecco, io farò la parte del vicino di casa che dirà qualcosa del tipo: “Eh sì, la signora era molto riservata, da un po’ di tempo non la vedevo e poi ha cominciato a comparire quell’odore di cadavere, ma certo non immaginavo niente del genere!”

Annunci