Gli oggetti. Le cose. La roba. La nostra roba. Ci circonda con una continua ingombrante presenza fin dalla nascita. Una presenza opprimente e per la maggior parte inutile. Quante cose toccano le nostre mani quotidianamente o anche nel giro di un anno? Ben meno di quelle che abbiamo col tempo accumulato sugli scaffali, negli armadi, dentro i cassetti, in cantina, nella casa di campagna e chissà dove ancora. Una quantità enorme di materia in nostro possesso è assolutamente inutile ed occupa spazio a sbafo, senza uno scopo, senza restituire qualche servigio in cambio, magari sull’onda dei tempi in cui effettivamente era stata al centro dell’attenzione. Eppure, nonostante con ogni probabilità tutti questi oggetti non avranno mai più l’onore di servire il suo padrone, restano li, stoccati al loro posto, in attesa di un Godot che non arriverà mai, un momento di notorietà che ormai non possono più nemmeno sperare di avere.

E allora perchè? Perchè non mettere fine a questa interminabile agonia? Perchè non liberarsene una volta per tutte, regalarli a qualcuno che possa mettere a frutto nuovamente la loro esistenza, venderli come usati o semplicemente gettarli nella pattumiera? Perchè questa mania del collezionismo di roba inutile? Temo ci siano tante ragioni, tra cui probabilmente la maggiore è l’attaccamento affettivo ed il concetto del ricordo. Il significato è il medesimo per entrambe e consiste nell’associare ad oggetti un valore che non hanno, facendoli diventare testimonianze reali e tangibili di qualcosa, come i ricordi o i sentimenti, che non si può toccare. E’ estremamente interessante come l’uomo abbia la necessità di riportare alla materia ciò che ad essa non appartiene e nel corso degli anni si circondi di quelli che chiama “ricordi” quando in realtà i ricordi sono solo nella propria memoria e certo non si vivificano con dei souvenir materiali.

Eppure, anche per me che faccio questo discorso e che getterei in questo stesso momento nella spazzatura tutto ciò che non uso, anche per me è difficile liberarmi di quel lettore CD portatile che è allo stesso posto da dieci anni e che non userò mai più.

Annunci