Pur essendone consapevole razionalmente resto sempre sorpreso e stupito dal rapporto di causa ed effetto, proprio come il Merovingio in Matrix Reloaded (che immagino nessuno ricordi). Trovo ogni volta miracoloso come qualsiasi azione, per quanto piccola ed a prima vista insignificante è in grado di lasciare il proprio segno della realtà e si erge al di sopra della propria natura in quanto contribuisce a plasmare il futuro in qualche sua parte e lascia una traccia di sè nel corso degli eventi.

In particolare mi dà immensa soddisfazione constatare che personalmente con le proprie scelte ed il proprio operare si contribuisce a plasmare l’ambiente in cui si vive e l’ambiente stesso risponde e reagisce ad ogni singolo movimento, proprio come se seguisse strettamente la seconda legge di Newton. Per riutilizzare una metafora usurata dagli anni è come mettere un dito nell’acqua ed osservare le onde che si allontanano, un piccolo gesto che si riflette ben più lontano del luogo da cui è scaturito.

Un sì od un no, una gentilezza o l’indifferenza, una risposta giusta o un’informazione sbagliata, un intuizione brillante o un’attesa prolungata possono cambiare le cose, e lo fanno davvero! Non è raro che nel corso della proprio vita l’uomo si senta schiacciato dall’enormità del passato che lo precede o dalle minuscole dimensioni del proprio essere in confronto all’universo che lo ospita. Si può giungere facilmente a considerarsi insignificanti, un piccolo ingranaggio molto probabilmente non essenziale per il funzionamento dell’intera macchina. Ed è proprio così, l’uomo è piccolo e per l’economia del cosmo decisamente trascurabile. Pur essendo minuscolo però ha il potere di applicare la propria forza e fare sentire la propria presenza attraverso il proprio agire e con un effetto a catena che aumenta esponenzialmente di intensità con il tempo ha la capacità di attuare grandi cambiamenti.

Annunci