Ci sono altri modi di abusare del cibo e una settimana fa sono riuscito non solo a rovinare due chili di ottima pasta ma anche ad infangare notevolmente la mia fama di italiano all’estero. Eravamo arrivati a Revelstoke da qualche ora, dieci ragazzi da ogni parte del Canada pronti per una settimana di neve, rutti e puzze. La pasta piace a tutti ed è facile da preparare, la scelta ideale per la prima sera, se poi c’è un italiano a garantire la preparazione cosa mai può andare storto? Molto, se l’italiano sono io. L’errore è stato perdere il conto delle manciate di spaghetti che avevo buttato, il risultato è stato di bruciare (sì avete letto bene) l’intero pentolone e dover ricominciare da capo tra i ghigni degli astanti, la punizione dover mangiare una pasta scotta preparata da colui che si è avvicendato ai fornelli mentre il sottoscritto scrostava spaghetti carbonizzati.

Revelstoke è la patria degli sport invernali estremi. Millesettecento metri di dislivello per quaranta piste distribuite su milleduecento ettari di terreno. Un paradiso di neve fresca per gli amanti della tavola ed un immenso campo giochi per gli appassionati di motoslitta (Ski-doo). Ormai con lo snowboard ho raggiunto quel livello di abilità che mi consente di scendere più o meno ovunque, fuoripista compresi, pur non potendo vantare velocità o dare lustro alla discesa con acrobazie di alcun genere. Purtroppo da questo stadio trovo sempre più difficile migliorare perchè so che per farlo dovrei correre qualche rischio, puntare la valle con più decisione, essere più familiare con la velocità e osare. Soprattutto osare. Ma mi sono reso conto, non senza un po’ di rammarico, che non sono più quel bambino che tentava i salti di venti metri con gli sci anche a costo di atterrare rovinosamente. Essere bravo non mi interessa tanto da mettere a repentaglio la mia integrità fisica e, pur essendo ancora giovane, non sono disposto a passare tre mesi sulle stampelle per non aver visto quell’albero nascosto sotto la neve. Odio rassegnarmi e non voglio farlo.

Ma ora sono tornato, pronto a mettermi in pericolo per qualcosa che valga davvero la pena.

Annunci