Ogni tecnologia necessita di manutenzione prima o poi e Internet non fa certo eccezione. Anch’esso ha bisogno di cambiare l’olio e gonfiare le gomme ogni tanto. In particolare stavolta ho l’obiettivo di ottimizzare il rendimento delle strutture di cui dispongo al momento per continuare ad offrire i servizi nel modo più affidabile ed efficiente possibile, evitando di aumentare le spese. Siamo in tempi di crisi, penso che tutti i lettori possano capirmi. Se non capissero possono mandare dei vaglia. In definitiva durante questo weekend metterò le mani su un po’ di configurazioni e cambierò un po’ di pezzi dell’infrastruttura del server che mette a disposizione questo sito. Ne risulterà la possibilità che il blog non sia raggiungibile per un po’ o altri errori che non posso prevedere in questo momento. Anzi, è anche possibile che questo messaggio che sto scrivendo non sia del tutto visibile, il che ne rende inutile la presenza. Smettete di leggere adesso.

A parte gli scherzi mi adopererò per mantenere i disservizi al minimo, ma se doveste notare qualche stranezza lasciate pure un commento a questo post (se ci riuscite) e farò il possibile per evitare ulteriori disagi. Il risultato atteso di questa confusione dovrebbe essere comunque una maggiore rapidità di caricamento della pagina, cosa che si rende necessaria visto che il traffico è quasi raddoppiato nell’ultimo mese. Non mi faccio certo idee di celebrità, sono tutti quegli stolti che arrivano qui tramite Google cercando termini assurdi come “scarpe eleganti a punta “, “delusione natura umana ” o “influmed raffreddore”. Ma è importante che anch’essi possano ottenere rapidamente una pagina che faccia loro capire di essere nel posto sbagliato e tornino da dove sono venuti.

Ecco, ora che ho messo in mezzo alla strada i cartelli “lavori in corso”, “scusate per il disagio”, “stiamo lavorando per voi”, posso aprire la cassetta degli attrezzi e tirare fuori cacciavite e chiave inglese sporchi di grasso, pronto per mettermi all’opera.

Annunci