La formazione tecnico scientifica e gli anni trascorsi a capire concetti e formule, nonostante spesso sopiti dallo sguardo incantato che spesso l’uomo ha sulla realtà, vengono alla luce improvvisamente e danno una prospettiva completamente diversa su ciò che i sensi percepiscono. L’universo e tutto ciò che vi appartiene seguono leggi ben precise che la scienza, la fisica in particolare, ha in parte scoperto e in parte sta studiando. Nell’osservare gli spettacoli naturali o semplicemente qualsiasi evento che accade in mia prossimità, non posso evitare di vedere in azione forze, leggi e fenomeni che, quando studiati sembrano mere teorizzazioni, ma sono una continua quieta presenza visibile solo ad un occhio allenato.

La termodinamica mi ha affascinato più per forza che per piacere. Pur avendo sempre amato le altre branche della fisica, il calore era sempre stato un po’ la pecora nera della materia per me. Poi, dopo averne studiato le caratteristiche per anni, mi sono aperto ad apprezzare e, come succede una volta assimilati completamente i concetti, ho cominciato a sentirmi a mio agio e “vedere” l’azione del calore intorno a me. In particolare mi incuriosisce e appassiona il terzo e meno conosciuto metodo di trasmissione del calore, l’irraggiamento. L’irraggiamento consiste nel trasferimento di calore senza bisogno di alcun mezzo o di contatto tra i due corpi. Tutti i corpi irraggiano proporzionalmente alla quarta potenza della proprio temperatura. In questo momento irraggio. Splendido.

Guardando il sole tutti vedono la brillante luce che illumina città e paesaggi, così forte da attraversare atmosfera e nuvole e dare colore alla Terra. Altri vedono la stella più vicina al nostro pianeta, pur restando a centocinquanta milioni di chilometri di distanza, il centro del nostro sistema solare. Io vedo una gigantesca palla che brucia idrogeno in elio ad una temperatura di oltre cinquemila gradi ed irraggia calore per centinaia di Watt al metro quadro. Assolutamente stupefacente. Se solo riuscissimo a farci qualcosa..

Annunci