Tag

E’ scattato ancora, quel maledetto allarme antincendio! Di sabato mattina, tanto per non dare troppa noia. Ho la vaga sensazione di trovarmi nella versione adulta della favola del pastore che urla “al lupo!” per scherzo. Il giorno che veramente quest’edificio andrà a fuoco troveranno solamente le protesi dentarie. Eppure riesce ancora a cogliermi di sorpresa. Ci vogliono sempre un paio di secondi buoni perchè il cervello si riprenda dallo shock ritrasmesso dallo stordito timpano e annulli la scarica di adrenalina che stava per mandare in circolo. Il pensiero successivo è paradossale, “ah, è solo l’allarme antincendio..”, e poi mi chiudo in veranda a riflettere su quanti incendi deve aver sofferto la civiltà nordamericana per giungere a quest’ossessione. Certo, se invece di costruire le case di legno e cartone utilizzassero materiali non infiammabili forse ci sarebbe meno bisogno di tante precauzioni.

Rispetto ad un anno fa ho però finalmente svelato la logica dietro ai falsi allarmi. Una mattina, ancora inviperito per essere stato svegliato nel bel mezzo della notte, sono piombato nell’ufficio del building manager e ho chiesto spiegazioni. Risulta che le condizioni per l’attivazione della campanella -qui il diminutivo è davvero fuori luogo- sono tre: l’innescamento manuale tramite le leve di emergenza dislocate nell’edificio, lo scatto degli spruzzatori automatici in una qualsiasi delle suite o dei sensori antifumo nelle zone comuni del condominio. Proprio quest’ultima condizione sembra essere la causa della maggior parte dei falsi allarmi. Quello che accade è che, quando qualcuno dei nuovi condomini, ancora ignari dell’inferno che stanno per scatenare, attiva l’allarme antifumo della suite, nel tentativo di mettere a tacere il cicalino apre la porta di casa per disperdere il fumo. Questo ovviamente fa arrivare le particelle di fumo ai sensori dei corridoi e scatena l’apocalisse per tutti. Visto che ogni mese cambiano una manciata di inquilini, c’è quasi da essere grati di non essere scaraventati giù dal letto ogni settimana.

Annunci