Tag

, , , , ,

La vicenda della porta sfondata di qualche giorno fa si conclude nel modo più imprevedibile, almeno per il sottoscritto. In verità quando avevo visto la squadra della morte della polizia locale prendersi carico di vicini e compagnia bella il primo pensiero era stato che prima o poi mi sarei trovato una bomba in casa o qualche altra brutta sorpresa da parte degli arrestati per ripagare lo sgarro. E invece tutto il contrario.

In questo tranquillo e soleggiato mattino di ottobre si è appena presentato alla porta il vicino di del piano di sopra responsabile dei fatti del giorno del ringraziamento che dopo essersi educatamente presentato ha porto le sue più sincere scuse per l’accaduto e ha raccontato affranto di quanto sia in imbarazzo per il disagio provocato proprio nel primo mese in cui alloggia in questo edificio. A riparo ha offerto un biglietto di scuse e un buono regalo per il costosissimo e apprezzatissimo negozio di gastronomia all’angolo.

Sono sbalordito.

Annunci