Tag

, , , ,

Cubo di Rubik

Lo sviluppo della scrittura, arte che segna il passaggio da preistoria a storia, avvenne circa seimila anni fa. Non tutti sanno però che le prima forme di scrittura sono nate dalle necessità di commercianti ed imprenditori che desideravano tenere traccia di tempi di produzione, quantità di merce, costi di trasporto e così via. La scrittura è nata con scopi molto pratici e strettamente legati alla matematica e al calcolo. Oggi il saper leggere e scrivere, il cosiddetto alfabetismo, è un requisito fondamentale per la partecipazione alla vita sociale e pubblica. Non altrettanto fondamentale è considerato quel che un tempo era chiamato “far di conto” e che nel mondo moderno comprende non solo le operazioni di base, ma anche tutti quei semplici strumenti quali algebra, funzioni o calcolo infinitesimale che costituiscono indispensabili attrezzi per tutte le professioni che richiedono di elaborare e comprendere dati.

E’ comunemente riconosciuto che per terminare con successo le scuole superiori sia necessaria un’ottima dimestichezza con l’uso della lingua scritta, dando per scontato che tutti siano in grado di parlare. D’altro canto c’è la diffusa abitudine a considerare le discipline quantitative meno importanti per la formazione. Dunque si tollera che studenti maturati a pieni voti e che commentano drammaticamente la letteratura italiana non siano in grado di calcolare il 15% di 50 euro, convertire i metri quadri in centimetri quadri o confrontare gli interessi con le spese del conto in banca. Far di conto e la dimestichezza con le quantità sono considerati un sapere di serie B, decisamente meno apprezzato di altre branche dell’educazione. E come ho avuto occasione di constatare anche nell’ambito di un MBA la dimestichezza con i (semplici) calcoli richiesti è una virtù estremamente rara.

La matematica è uno degli strumenti più potenti ed affascinanti che l’uomo ha ideato per descrivere il mondo, rinunciarci vuol dire perdere un’opportunità preziosa di avere una nuova prospettiva. Oltre che di non farsi soffiare il resto dalla cassiera.

Annunci