Tag

, , , , ,

And chicks for free. Ho avuto modo in passato di descrivere come in Canada i concetti di rispetto reciproco tra gli esseri umani, onestà ed osservanza delle regole civili abbiano raggiunto un livello di assimilazione estremo. La gente paga puntualmente le tasse incoraggiata dai rimborsi che giungono per posta due settimane dopo aver inviato la dichiarazione, si dispone in ordinate file davanti alle fermate degli autobus, incoraggia la ferrea intransigenza con cui sul lavoro si stigmatizzano i pochi episodi di sessismo o intolleranza. Un aspetto che ancora ho fatto fatica a veicolare è il lato opposto di questa attraente medaglia e l’esagerazione che spesso questa mentalità raggiunge producendo situazioni assurde. Ma oggi finalmente ho a disposizione due illuminanti esempi.

Re5pect

Recentemente il CBSC, un organo indipendente costituito da centinaia di emittenti radiotelevisive canadesi, ha bandito dall’etere lo storico pezzo dei Dire Straits “Money for nothing”. La ragione di questo provvedimento è la presenza nel testo di un termine considerato discriminatorio nei confronti degli omosessuali, “faggot”. Qualcuno nel Newfoundland si è offeso, ha protestato ed adesso nessuno in Canada ha la possibilità di ascoltare alla radio uno dei riff di chitarra più belli della storia. Finchè le parole incriminate non saranno rimosse. L’idea che qualcuno si possa sentire attaccato nelle proprie caratteristiche culturali, tratti razziali o preferenze sessuali è talmente deprecato in questo paese che si giunge fino alla censura preventiva pur di salvaguardare una percezione generica di rispetto. Superfluo sottolineare come qualsiasi termine possa risultare offensivo o no sulla base del contesto e che proibire ha l’unico effetto di generare frustrazione senza risolvere alcun problema, reale o presunto.

Un ufficiale di polizia di Burnaby, un sobborgo di Vancouver, è stato sospeso ed è al momento in attesa di essere processato per aver ripetutamente sottratto alcune monete dalla ciotola comune dell’ufficio. Non discuto sul fatto che i pubblici ufficiali debbano essere provvisti di un’etica ferrea e che idealmente siano di esempio per gli altri, ma onestamente prendere due spiccioli abbandonati non mi sembra che un peccato veniale nel peggiore dei casi. Non poco sorprendente anche il fatto che siano disponibili risorse pubbliche per perseguire questo genere di “reati”. Evidentemente il resto è già sotto controllo e c’è tempo di dedicarsi alla repressione delle marachelle.

Annunci