Tag

, , , , , ,

Google Chrome

Se state visitando questo sito con un browser diverso da Google Chrome vivete nel passato. Non nella preistoria, semplicemente nel passato. Usate ancora il fax e avete la Fiat Ritmo parcheggiata in strada con il telone grigio per non rovinarla. Indossate il paltò d’inverno e le espadrilles d’estate quando danzate al ritmo della Lambada. Non appartenete certo a quella fetta della popolazione che i markettari definiscono “early adopter” o innovatori. Siete piuttosto l’incubo degli addetti alla manutenzione con i quali vi scandalizzate perchè non si producono più pezzi di ricambio per l’Olivetti Lettera 22 che usate ogni giorno. Non è che non vi adattiate alle nuove tecnologie, lo fate solo in ritardo rispetto agli altri, come ieri quando siete arrivati a casa così contenti per quel lettore CD portatile che avete comprato. Oggi sono qui per persuadervi ad andare contro i vostri istinti e fare un passo più lungo del solito, come quando avete collegato il videoregistratore alla tv.

Spulciando tra gli articoli del passato ho scoperto di aver già provato ad affrontare l’argomento più di due anni fa, ma oggi è proprio inevitabile. Il browser è quel programma che usate per “aprire Internet”, come dite con quel pizzico di orgoglio da esperti ai vostri amici (ancora) meno aggiornati. Ma non è necessario essere esperti. Se ancora non avete capito di cosa si tratta probabilmente state usando Internet Explorer su cui nel corso degli anni avete organizzato centinaia di “preferiti”; se avete capito, ma non usate Chrome, probabilmente vi siete affezionati a Firefox dopo che il cugino del vicino che è “un genio dei computer” vi ha consigliato di installarlo perchè “è quello che usano gli hacker”. In entrambi i casi è come se foste in prima fila per di un’opera lirica alla Scala con il paraorecchie e gli occhiali 3D. Non è che sia spiacevole, ma l’esperienza offre ampi spazi di miglioramento.

Google Chrome è un browser moderno, progettato nell’era di Internet, focalizzato sul migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti, rapido nel supportare tutte le nuove tecnologie che vengono continuamente introdotte. La speciale barra degli indirizzi sostituisce in un colpo solo segnalibri, cronologia e Google: quando si comincia a digitare compare immediatamente una lista dei siti rilevanti visitati di recente e il risultato di una ricerca su Google con gli stessi termini. E’ veloce. No, non veloce “come Firefox”: Firefox è un prigioniero con la palla al piede in confronto, a quel punto tanto vale usare Internet Explorer. Riserva la maggior parte dello schermo per il sito che si sta visitando senza riempire il campo visivo con barre, bottoni, loghi, plug-in e addobbi natalizi. Non si inchioda (termine un po’ tecnico) mai. Si aggiorna automaticamente senza che l’utente debba intervenire in alcun momento, questo consente di applicare tempestivamente le necessarie correzioni e garantire che l’utilizzo sia il più affidabile e sicuro possibile.

Fatevi un favore ed installatelo, anche il vostro dentista se ne accorgerà.

Annunci