Tag

, , ,

Referendum

Ancora nessun dato definitivo alle tre di mattina ora italiana, salvo che l’Italia c’è. E’ sveglia e reagisce. A poche settimane dal chiaro segnale delle elezioni amministrative gli italiani confermano di essere ancora in grado di partecipare attivamente alla vita politica. In tutta onestà il peso dell’esito del referendum è minimo di per sè e non mi stupirei se la maggior parte dei votanti poco sapesse delle materie in questione. Ed essere al corrente forse sarebbe stato ancora più scoraggiante. Il significato della più alta affluenza ad un referendum popolare dal 1995 è prevalentemente politico. Hanno vinto i sì, ma soprattutto ha perso l’astensionismo, l’indifferenza ed il lasciar fare. Domenica scorsa l’Italia ha segnalato chiaramente con gli strumenti della democrazia che la misura è colma e che a questa padella è preferibile qualsiasi brace. Ingenuo aspettarsi le dimissioni del governo, ma questo è il momento più opportuno di proporre un’alternativa, di destra o di sinistra, basata su un progetto concreto e su persone nuove in grado di guadagnarsi la fiducia dell’elettorato con la serietà dei fatti ed integrità etica.

Annunci