Tag

, , ,

Facebook sente la mia mancanza e mi scrive per riacquistare la mia fiducia.

Da circa una settimana ho escluso Facebook dai siti che visito quotidianamente. Diverse ragioni motivano questa scelta, ma non sto qui ad elencarle perchè sono sicuro che tutti le abbiano sentite almeno una volta o le possano immaginare. E’ ben più interessante però che il social network che si vanta pubblicamente della frequenza di utilizzo del servizio da parte degli utenti si permetta di farsi vivo non appena i suddetti utenti decidano di prendersi una pausa dal mezzo di voyeurismo più comune e giustificato al mondo. Sono sicuro che non molti hanno avuto il privilegio di ricevere una email come quella che segue:

Astinenza da Facebook

Facebook mi ricorda da quanti affari altrui sto tenendo fuori il naso e per rendere l’invito ancora più appetibile include una selezione, a prima vista casuale, di foto di amici. La lista ovviamente è tutt’altro che casuale: dei sette profili, sei appartengono a ragazze che si dichiarano single, un’ottima esca per chi come il sottoscritto si dichiara single. Ed entrambe le storie che ho oscurato nell’immagine riguardano altre ragazze con le stesse caratteristiche. Un’invito che suona come ben più malizioso del semplice rimanere aggiornati sulle vicende degli amici. Ma non è forse un movente analogo che ha inizialmente alimentato la nascita del social network?

Annunci