Tag

, , , , , , , , , , , ,

SPY 5 giorni

Il telefono squilla alle 5.45 precise. Ormai lo stupore dei primi giorni ha lasciato posto all’accettazione. E d’altra parte cinque di mattina o sette e mezza cambia relativamente poco, mai mi sono svegliato alle sette riposato comunque. La routine è ormai oliata e in meno di quindici minuti mi faccio la doccia, lavo i denti, metto le lenti, e mi vesto. Anche al buio tanto per lasciare alla mente l’illusione di stare ancora dormendo. Per le sei sono pronto in grande spolvero per una nuova giornata. Controllo velocemente la posta e i titoli più importanti ed esco.

Davanti a casa l’autobus, il secondo della mattina, mi raccoglie alle 6.08. A quell’ora l’autobus non è proprio gremito, ma qualcuno c’è ed ogni volta mi chiedo dove possano voler andare tanto presto. Qualche settimana fa l’intero viaggio si svolgeva al buio totale, ora riesco a cogliere l’alba mentre attraverso il Lion’s Gate per raggiungere West Vancouver. Percorrere lo stesso tratto di strada ogni giorno ha qualcosa di tantalico, come se si dovesse ricominciare da capo ogni volta e non si riuscisse mai a progredire. Intorno alle sei e venticinque termina la mia corsa e nei trenta secondi di cammino dalla fermata all’ufficio sono esposto alla variabilità del tempo, particolarmente acuta in questo momento della giornata. Sole, neve, pioggia vento, grandine.

Apro l’ufficio e disinnesco l’allarme con un gesto automatico sul tastierino numerico, non saprei ripetere il codice nemmeno con una pistola puntata. Accendo le due TV su Bloomberg, avvio le piattaforme di trading e fisso subito l’attenzione sul prezzo dell’S&P 500, nella forma del titolo che scambio ogni giorno. Più alto rispetto a ieri, perchè? Più basso, perchè? La seconda tappa è il quadrante con i cambi di valuta, i prezzi delle commodities e gli altri indici. Il terzo passo è il sito di Bloomberg che riporta gli ultimi studi pubblicati e le notizie rilevanti che aiutano a spiegare le fluttuazioni dei prezzi.

E’ cominciato un nuovo giorno.

Annunci