Tag

, , ,

You are here

Nei momenti in cui riesco a scrollarmi di dosso l’ereditario pessimismo cosmico mascherato da realismo che mi permea, non posso non prendere atto del fascino dell’epoca in cui abbiamo la fortuna di vivere. Anche solo nel corso delle poche decadi della mia vita ho potuto assistere ad un continuo miglioramento della condizione umana e delle possibilità di espressione che hanno interessato, pur a ritmi diversi in luoghi diversi, l’intero pianeta. L’umanità nella sua interezza progredisce e si sviluppa sempre più rapidamente e questo è un motivo di orgoglio per noi tutti.

Con questo non intendo certo negare che ci siano ancora ampi spazi per migliorare. Alcuni problemi presenti da sempre come la fame, le malattie, la violenza, le disuguaglianze, sono affrontati continuamente, ma sono ben lontani dall’essere completamente risolti. Ed alcuni tipi di progresso, pur essendo positivi nel lungo termine, sono accompagnati da un bagaglio di temporanei scossoni socio culturali che richiedono tempo per essere assorbiti e ci lasciano nel dubbio che il gioco non sia valso la candela.

Dicono che l’anno passato, tra guerre, terrorismo, totalitarismi ed oppressione dei deboli, sia stato uno dei peggiori degli ultimi tempi, e forse sarà anche vero. Ma per poter trovare la speranza e la forza di risolvere i guai bisogna anche essere capaci di congratularsi con se stessi per quello che si è riusciti a fare bene.

Ed è con questo ottimismo e buoni propositi che mi piace inaugurare questo 2015, secondo il calendario cinese anno della capra, che con mia moglie abbiamo scoperto essere il segno zodiacale di entrambi.

Annunci